La Lyra di Anfione

Complesso di Strumenti Antichi
- Opera - Musica Sacra - Musica Strumentale -

Il complesso di strumenti antichi La Lyra di Anfione è stato fondato nel 1999 dal suo attuale direttore Vito Paternoster nell'ambito dell'Associazione Auditorium di Castellana Grotte.
L'elemento mitologico da cui deriva il nome si trova - attraverso la lettura dantesca - in una fonte latina (Orazio): Anfione, figlio di Giove e di Antiope, viene allevato da pastori dopo che la madre è stata ingiustamente ripudiata dal marito Lico di Tebe, e da loro istruito alla musica. Divenuto adulto, dopo aver vendicato la madre uccidendo Lico, si impadronisce di Tebe (città di Dioniso, ma anche simbolo dei contrasti della esistenza terrena) e vuole cingerla di mura. Anfione riesce nel suo intento grazie alla lira, avuta in dono da Mercurio, per la sua valentia di cantore e musico: col suono trascina giù dal monte Citerone le pietre che da sole si collocano in modo da formare il cerchio delle mura di Tebe. Si tratta di uno dei più affascinanti miti musicali.


La Lyra di Anfione è composta da musicisti di diversa formazione, accomunati dalla passione per il repertorio preromantico e dallo studio della prassi esecutiva filologica su strumenti originali. Le prime parti dell’ensemble vantano già un'esperienza pluriennale e internazionale nella musica antica, prestigiosa sia riguardo alla formazione che per attività concertistica e discografica.
Del gruppo, diretto sempre da Paternoster, è primo violino Fabio Cafaro. L’ensemble ha organico variabile e si esibisce anche a parti reali, non trascurando mai l'approfondimento musicologico nello studio e nell'interpretazione delle fonti.
Il debutto de La Lyra di Anfione è avvenuto nel campo dell’Opera. Inaugurando la Stagione 1999 del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, il complesso ha interpretato Dido and Aeneas di Tate/Purcell, sotto la direzione del suo fondatore, contribuendo al grande successo di pubblico e critica tributato a questa produzione.
Immediatamente dopo, La Lyra di Anfione ha affrontato un repertorio assai variegato. Dopo il successo di Dido anche a Ragusa, ha infatti interpretato, sempre con il coro Il Dodicino diretto da Antonella Arnese, la Messa in Si minore di J. S. Bach a Bari, San Severo, Castellana e Mercogliano, mentre nell'ottobre 2000 il gruppo ha inaugurato il VI ciclo di concerti della Fondazione Marco Fodella di Milano con un concerto dedicato a "Sonate e Cantate barocche tra Napoli e Venezia" (solista Daniela del Monaco) poi replicato al III Festival di Musica Barocca "Farinelli" di Andria sempre con vivissimi consensi.
Per l'Università di Bologna è stato eseguito nel giugno 2001 lo Stabat Mater di Pasquale Cafaro per soli, coro e orchestra oltre al Salve Regina di Niccolò Piccinni.
Altro titolo operistico è stata La Cecchina o sia la Buona Figliola di Goldoni/Piccinni, che ha chiuso la Stagione Lirica di Bari 2000 quale omaggio nell’ambito delle Celebrazioni del bicentenario piccinniano (allestimento coprodotto con il Teatro Parenti e l’Accademia della Scala di Milano).
Il doppio CD "live" della prima recita di Cecchina, oggi nel catalogo Bongiovanni, è stato presentato con entusiasmo a Bari il 22 maggio 2001 dai vertici dell'Accademia del Teatro alla Scala (Pietro Scardillo e Daniele Borniquez), che, con l'assenso del direttore artistico del Teatro alla Scala Paolo Arcà, ne hanno promosso la pubblicazione insieme al Comune di Bari. La critica specializzata (Opera, CD Classica, Fanfare, Radiotre ecc.) ha risposto con unanime consenso all’ascolto di questo primo disco de La Lyra di Anfione, descritto come “un vero punto di riferimento per tutti coloro che in futuro vorranno metter in scena la Cecchina”.

 


Repertorio

La Lyra di Anfione
Complesso di strumenti antichi
Opera – Sacred Music – Instrumental MusicExamples from our Repertory
Albinoni, Tomaso: Chamber cantatas
Bach, Johann Sebastian: Messa in Si minore; Brandeburg Concertos; Suites; Concertos; Cantatas
Cafaro, Pasquale: Stabat Mater
Corelli, Arcangelo: “Concerti grossi”
Haendel, George Friederich: “Concerti grossi”; Solo Cantatas; Chamber Cantatas; Sonatas; Triosonatas.
Leo, Leonardo: Serenatas, Concertos
Mancini, Francesco: Sonatas
Pergolesi, Giovanni Battista: La Serva Padrona, Stabat Mater
Piccinni, Niccolò: La Cecchina; Salve Regina
Porpora, Niccolò: Concertos
Purcell, Henry: Dido and Aeneas
Scarlatti, Alessandro: Chamber Cantatas
Vivaldi, Antonio: Sonatas; “L’Estro Armonico”; “Il cimento dell’Armonia e dell’Inventione”; “La Cetra”
For inedite repertory, please contact us!